Palazzo Locatelli - Piazza XXIV Maggio, 22 - Tel 0481.637111, Fax 0481.637112


Ricerca

Ricerca rapida

ricerca avanzata





Produzione, importazione, distribuzione, gestione di apparecchi da gioco

Descrizione

L'attività di produzione o di importazione di apparecchi di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con R.D. 773/1931 e l'attività di distribuzione e di gestione, anche indiretta di apparecchi di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 dello stesso T.U.L.P.S. è soggetta a SCIA.

In particolare si distingue tra:

  • APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA TRATTENIMENTO O DA GIOCO DI ABILITA’ di cui all'art.110, comma 6, del TULPS (apparecchi con le seguente caratteristiche: si attivano solo con monete metalliche, gli elementi di abilità/trattenimento sono preponderanti rispetto all’elemento aleatorio, il costo della partita non può superare i 50 centesimi di euro, la durata della partita è compresa tra 7 e 13 secondi, le vincite in denaro possono avere un valore non superiore a 50 euro, erogate dalla macchina subito dopo la sua conclusione ed esclusivamente in monete metalliche, non possono riprodurre il gioco del poker o comunque  le sue regole fondamentali e  il loro uso è vietato ai minori di anni 18)
  • APPARECCHI E CONGEGNI PER IL GIOCO LECITO ELETTROMECCANICI PRIVI DI MONITOR di cui all'art. 110 comma 7, lett. a) del TULPS (apparecchi con le seguente caratteristiche: con essi il giocatore esprime la sua abilità fisica, mentale o strategica, sono attivabili solo con monete metalliche,  il costo della partita non può superare  un euro,  distribuiscono, direttamente e immediatamente dopo la conclusione della partita,  premi consistenti in prodotti di piccola oggettistica non convertibili in denaro o scambiabili con premi di diversa specie,    il cui valore non può essere superiore a 20 euro, non possono riprodurre il gioco del poker ovvero le sue regole fondamentali)
  • APPARECCHI E CONGEGNI PER IL GIOCO LECITO di cui all'art.110 comma 7, lett. c) del TULPS (apparecchi con le seguente caratteristiche: basati sulla sola abilità fisica, mentale o strategica, non distribuiscono premi, la durata della partita può variare in relazione all'abilità del giocatore e il costo della singola partita può essere superiore a 50 centesimi di euro, non possono riprodurre il gioco del poker ovvero le sue regole fondamentali)

Modulistica

https://suap.regione.fvg.it/portale/cms/it/approfondimenti/modulistica.html

Installazione di apparecchi da gioco

Descrizione

La materia degli apparecchi da gioco è regolata dall’art. 86 del R.D. 6 giugno 1931, n. 773 (T.U.L.P.S.), che prevede che non possono esercitarsi senza “licenza sale pubbliche per bigliardi o per altri giuochi leciti”.
La licenza cui fa riferimento l’art. 86 del T.U.L.P.S., è oggi sostituita dalla SCIA.

La SCIA è necessaria anche per l’ installazione di apparecchi di cui all’articolo 110, commi 6 lettera a) e lettera c) e comma 7, in tabaccherie, edicole, ricevitorie, circolo privato, area aperta al pubblico.

Non è necessario presentare la SCIA qualora l’installazione e/o la sostituzione degli apparecchi avvenga presso esercizi già autorizzati ai sensi dell’art. 86 o 88 TULPS (esercizi di somministrazione, circoli privati con somministrazione, strutture ricettive, sale giochi, sale bingo e sale scommesse).

 

Modulistica

https://suap.regione.fvg.it/portale/cms/it/approfondimenti/modulistica.html