Palazzo Locatelli - Piazza XXIV Maggio, 22 - Tel 0481.637111, Fax 0481.637112


Ricerca

Ricerca rapida

ricerca avanzata





NOVITA'

Si comunica che a seguito delle modifiche apportate in sede di conversione del decreto semplificazioni D.L. 76/2020 convertito con L. 120/2020 è stata apportata un'importante modifica al DPR 445/2000, con particolare riferimento all'art. 2.

Dal 15 settembre 2020 i privati non hanno più la facoltà ma l'obbligo di accettare dichiarazioni sostitutive di certificazione (autocertificazioni) presentate dai cittadini.

I privati, che riceveranno la dichiarazione sostitutiva di certificazione, potranno richiedere con una semplice comunicazione la verifica delle dichiarazioni sostitutive di certificazione dei cittadini. La richiesta dovrà riportare un esplicito riferimento alla dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46 DPR 445/2000) e ai successivi controlli previsti dall'art. 71 del DPR 445/2000.

 

Le dichiarazioni sostitutive di certificazione hanno la funzione di fornire la prova di determinati stati o situazioni che avrebbero la prova in certificazioni.
Sono tipiche cioè ad esse può farsi ricorso solo quando siano espressamente previste dalla norma. Tali situazioni definite "stati, qualità personali e fatti" sono:

  • data e luogo di nascita
  • residenza
  • cittadinanza
  • godimento dei diritti civili e politici
  • stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero
  • stato di famiglia
  • esistenza in vita
  • nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o dicendente
  • iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni
  • appartenenza a ordini professionali
  • titolo di studio, esami sostenuti
  • qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualifica tecnica
  • situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione di benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali
  • assolvimento di specifici obbighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto
  • possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria
  • stato di disoccupazione
  • qualità di pensionato e categoria di pensione
  • qualità di studente
  • qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
  • tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio
  • di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguaradno l'applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa
  • di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali
  • di non essere l'ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231
  • qualità di vivenza a carico
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile
  • di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domande di concordato

La dichiarazione sostitutiva di certificazione non presenta particolari vincoli di forma e procedimento, per cui potrebbe anche essere scritta su un qualsiasi foglio di carta e sottoscritta dal dichiarante.

Le disposizioni relative alle dichiarazioni sostitutive di certificazione si applicano ai cittadini italiani e dell'Unione Europea, alle persone giuridiche, alle società di persone, alle P.A. e agli enti, associazioni e comitati aventi la sede legale in Italia o in uno dei Paesei dell'U.E.. La possibilità di persone cittadine di stati terzi dell'utilizzo delle dichiarazioni sostitutive di certificazione è ammessa limitatamente agli stati, qualità personali e fatti che siano certificabili od attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.